Due delle migliori azioni da comprare in ottobre

Dopo un settembre volatile, il mercato ha avuto un inizio solido nel corso di ottobre, con l’indice S&P 500 che ha segnato cinque dei primi sei giorni in verde.

Storicamente, ottobre ha dimostrato di essere un buon mese per il mercato, ma rimane molta incertezza con la variante delta ancora persistente, i rendimenti obbligazionari in aumento, la Federal Reserve che parla di ridurre i suoi acquisti di obbligazioni, e con il dibattito sul tetto del debito a Washington destinato a ripresentarsi nuovamente prima della fine dell’anno. Ecco perché ognuna di queste tre scelte ha il potenziale per vincere alla grande sul lungo termine.

Potenziale di guadagno enorme in questa banca di criptovalute

Bram Berkowitz (Silvergate Capital): Silvergate Capital è assolutamente decollato di recente, con azioni in crescita di circa il 30% nell’ultima settimana. Nell’ultimo anno, le azioni sono salite dell’863%. Mentre Silvergate sembra costoso, credo che la ricompensa potrebbe essere più che valida con la quantità di potenziale di guadagno di questa banca, che opera nello spazio delle criptovalute.

Silvergate Capital ha costruito un sistema di pagamenti proprietario chiamato Silvergate Exchange Network, che permette a due parti sulla rete di cancellare le transazioni in tempo reale 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno. Questo ha reso la piattaforma attraente per i commercianti istituzionali e gli scambi di criptovalute che scambiano Bitcoin e altre criptovalute.

perché le criptovalute vengono scambiate per tutto il giorno. SEN ha permesso a Silvergate di aggiungere un sacco di clienti che portano depositi a costo zero e a cui può anche vendere altri prodotti bancari più tradizionali, che producono reddito da commissioni.

Solo nella prima metà dell’anno, SEN ha portato a bordo una tonnellata di nuovi clienti, permettendo alla banca di crescere da circa 5,3 miliardi di dollari di depositi a più di 11 miliardi di dollari. I depositi sono cresciuti così velocemente che Silvergate ha investito più della metà delle sue attività totali in titoli che rendono in media solo l’1,35%.

Questo rende Silvergate incredibilmente sensibile agli asset, il che significa che quando i tassi aumentano, i suoi asset si rivaluteranno con i tassi di interesse, mentre molti dei suoi depositi a costo zero non si sposteranno più in alto, aumentando i margini della banca.

Secondo il più recente deposito normativo di Silvergate, una mossa dell’1% nel tasso dei fondi federali della Federal Reserve manderebbe il reddito netto di interesse alla banca, essenzialmente il denaro che la banca fa sui suoi portafogli di prestiti e titoli, su quasi il 52% nel prossimo anno. Per mettere le cose in prospettiva, Bank of America, una delle banche più sensibili agli asset, vedrebbe il reddito netto da interessi aumentare solo di circa il 20% in una situazione simile.

Silvergate ha anche un’opportunità assolutamente enorme nello spazio delle stablecoin. Le stablecoin sono beni digitali legati a una merce o a un’altra valuta come il dollaro americano. SEN attualmente serve tutti i principali emittenti di stablecoin degli Stati Uniti, permettendo loro di utilizzare la piattaforma per coniare e bruciare monete digitali.

Recentemente, Silvergate ha stretto una grande partnership con Facebook per diventare l’emittente esclusivo della stablecoin in dollari del gigante dei social media, chiamata Diem. Se avrà successo, Silvergate sarà in grado di fare soldi sulle commissioni attraverso la coniazione e la combustione di Diem, incrementare il reddito netto tramite gli interessi e gestendo le riserve di dollari USA a cui Diem è legato, avere più clienti bancari a cui vendere in modo incrociato.

E pensate a quanto è grande il pubblico di Facebook. Se Diem prende piede, potrebbe essere un enorme motore di entrate per Silvergate. Mentre Silvergate si muove in correlazione con il prezzo delle criptovalute e ne subisce l’impatto, non ne detiene nessuna nel suo bilancio né le estrae, il che, a mio parere, le dà meno esposizione di un titolo di criptovaluta puro.

Prendi un pezzo della rivoluzione fintech dell’America Latina

Keith Noonan (StoneCo): l’e-commerce è pronto per un’enorme crescita a lungo termine in Brasile e in altri mercati dell’America Latina, e i consumatori in questi territori continueranno quasi certamente a muoversi verso pagamenti basati su carte e cellulari e a fare un uso maggiore dei servizi bancari.

StoneCo è una società di servizi tecnologici finanziari che sta aiutando a facilitare questi spostamenti, e gli investitori con un orizzonte temporale a lungo termine dovrebbero considerare di approfittare dei recenti sell-off delle azioni.

Il prezzo delle azioni di StoneCo è crollato dopo che la società ha pubblicato risultati trimestrali deludenti alla fine di agosto, e il titolo è ora in rialzo solo del 9% dalla chiusura del mercato il giorno della sua offerta pubblica iniziale nel 2018.

Le entrate di StoneCo sono crollate dell’8% su base annua nel secondo trimestre, a causa di problemi con l’attività di credito della società e altri problemi di più vasta portata con il sistema di registro del credito del Brasile. Anche l’inflazione relativamente alta e le tensioni politiche in Brasile non hanno aiutato.

D’altra parte, l’azienda ha continuato ad aggiungere nuovi clienti di piccole e medie imprese ad un ritmo impressionante, portando più di 140.000 nuovi traders a bordo della sua piattaforma nel corso del trimestre. Il volume totale dei pagamenti per i traders della categoria è saltato del 104% rispetto al periodo dell’anno precedente, e il core business sembra ancora abbastanza forte.

StoneCo attualmente scambia circa il 64% dal suo massimo di 52 settimane. L’azienda ha una capitalizzazione di mercato di circa 10,5 miliardi di dollari ed è valutata a circa 74 volte il fatturato previsto per quest’anno. Quel multiplo di guadagno potrebbe sembrare scoraggiante nel contesto delle recenti battute d’arresto del business, ma le prospettive di crescita dell’azienda rimangono promettenti, e le azioni sembrano a buon mercato ai prezzi attuali.

Tra la crescente adozione delle carte di credito e l’e-commerce in Brasile, StoneCo ha alcuni venti di coda favorevoli alle sue spalle, e l’azienda si è già affermata come leader dell’industria fintech latino-americano. Lo stock potrebbe portare grandi vittorie per gli investitori che sono disposti a guardare oltre qualche turbolenza nel breve termine.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *